RIFIUTI: SCIOPERO ATO PALERMO 2

RIFIUTI: SCIOPERO ATO PALERMO 2

CAPUTO SI RIVOLGE AL PREFETTO


(AGI) - Palermo, 19 ott. - “Ho chiesto a prefetto di Palermo, all’Agenzia per la regolamentazione del diritto allo sciopero e alla Stazione dei carabinieri di Monreale di verificare la fondatezza e la regolarita’ dello sciopero di alcuni dipendenti dell’Ato Palermo 2 , indetto dalle sigle sindacali Cgil, cisl e Uil, nonostante siano stati effettuati i pagamenti degli stipendi. Temo che dietro la protesta che ha determinato l’insorgere di pericoli per la salute pubblica , vi sia una strategia finalizzata a creare un clima di tensione e disagi alle comunita’”. Lo dice il deputato regionale del Pdl Salvino Caputo, presidente del consiglio di amministrazione della societa’ che ha convocato con urgenza una assemblea straordinaria dei sindaci aderenti all’Ato. “Domenica - accusa - non sono stati raccolti i rifiuti, lunedi’ blocco per assemblea e oggi sciopero con la conseguenza di oltre 200 tonnellate di rifiuti per strada da smaltire. Prendo atto con piacere che oltre l’80 per cento dei dipendenti hanno continuato a lavorare astenendosi dallo sciopero, con grande senso di responsabilita’. Ma e’ chiaro che di fronte ad atti irresponsabili e irrispettosi verso i cittadini ho il dovere di chiedere alle competenti auitorita’ se vi sono state irregolarita’ o abusi nel continuare uno sciopero senza piu’ motivazioni. Per questi motivi - ha concluso Caputo - ho convocato l’assemblea dei soci per verificare se esistono le condizioni per avviare la liquidazione della societa’ e la nomina di un commissario ai sensi della legge votata dal Parlamento”. (AGI) Mrg/Mzu

Sponsor


Altri Servizi

Meteo

Meteo Monreale