MONREALE, CONTROLLI DEI CARABINIERI: 3 ARRESTI E 14 DENUNCE

I militari, hanno eseguito numerose perquisizioni, posti di blocco e controlli anche delle persone sottoposte al regime


I Carabinieri della Compagnia di Monreale hanno effettuato, nel corso del fine settimana, un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale di Palermo, che ha visto impegnati circa 40 militari, in abiti civili ed in uniforme, con l’ausilio anche di unità cinofile.
 

I militari, hanno eseguito numerose perquisizioni, posti di blocco e controlli anche delle persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari, per prevenire reati contro il patrimonio e la persona.
In particolare, i Carabinieri della Stazione di Pioppo, hanno tratto in arresto in flagranza, per violazione delle norme emanate per fronteggiare lo stato di emergenza rifiuti nella Provincia di Palermo, LA BARBERA Maurizio, 52enne, muratore di San Giuseppe Jato. L’uomo è stato sorpreso dai militari mentre, a bordo del proprio motocarro, trasportava materiale ferroso e rifiuti speciali, anche pericolosi, tra cui alcune batterie per auto, in mancanza delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente. Il LA BARBERA è stato trattenuto la notte presso le camere di sicurezza della Caserma di Monreale per essere sottoposto a giudizio direttissimo, a seguito del quale, dopo la convalida dell’arresto, è stato sottoposto all’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria in attesa del processo. Vista la vigenza anche nella provincia di Palermo delle misure straordinarie emanate per fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti, il LA BARBERA rischia la pena della reclusione da sei mesi a quattro anni e la multa da diecimila a trentamila euro.
Nell’ambito della stessa attività, i Carabinieri della Stazione di Monreale hanno tratto in arresto, su ordini di esecuzione per la carcerazione, emessi dalla Procura della Repubblica di Palermo, VALENTI Fedele Antonino, 39enne e CANGEMI Luigi, 46enne, entrambi del luogo, condannati, il primo, a 2 anni e 10 mesi di reclusione per ricettazione, il secondo, a 2 anni e 4 mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta. Entrambi sono stati condotti presso il carcere Ucciardone di Palermo dove sconteranno la loro pena.
Inoltre, il servizio di controllo dei Carabinieri della Compagnia di Monreale, nell’ambito dei tutto il territorio posto sotto la propria giurisdizione ha portato alla denuncia a piede libero di A.L. 57enne, S.R. 48enne, LMA 37enne, S.I. 20enne, B.G. 35enne, per furto di energia elettrica, in quanto avevano manomesso i contatori E.N.E.L. delle loro abitazioni per alimentare i relativi impianti elettrici, fruendo di energia elettrica che non veniva contabilizzata; di B.S. 46enne e M.G. 39enne, per furto di energia elettrica perché avevano realizzato degli allacci abusivi direttamente alla rete elettrica pubblica per alimentare le proprie attività commerciali; di D.L.A. 59enne e D.L.A.M. 40enne, in quanto avevano realizzato uno scarico di liquami, in un vallone per la raccolta di acque piovane a cielo aperto e senza alcuna autorizzazione; di G.P. 29enne, per falsità materiale, in quanto controllato dai Carabinieri a bordo ella propria autovettura era stato trovato in possesso di un tagliando assicurativo palesemente contraffatto; di due giovani per guida in stato di ebbrezza, in quanto trovati con tasso alcolemico superiore a 0.8g/l accertato mediante etilometro e di altri due per guida senza patente, poiché mai conseguita.
Nel corso del medesimo servizio i militari operanti hanno inoltre segnalato al Prefetto di Palermo, per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti, 8 giovani monrealesi, dall’età compresa tra i 18 e i 30 anni, in quanto trovati in possesso modiche quantità di hashish e di alcuni spinelli confezionati con della marijuana. Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. (FONTE: hercole.it)

Sponsor


Altri Servizi

Meteo

Meteo Monreale